Come raggiungere la Foresta Urbana di Lecce PRENOTA VISITA ALLA FORESTA URBANA

LA “FORESTA URBANA” DI LECCE

Clicca qui per guardare il video del TGR Puglia - 9 giugno 2021

A Lecce c’è un angolo di natura colmo di misteri e di meraviglie: è un luogo sconosciuto a molti, oltre un piccolo cancello che sembra affacciarsi sul vuoto. Superato il varco s’incontra invece una vera e propria “foresta urbana”, magicamente cresciuta in una vecchia cava da moltissimi anni in disuso in via San Cesario.

 

Il tempo ha ornato la cava di alberi, di cespugli, di erbe e fiori, che oggi popolano gli avvallamenti, le cavità e i diversi terrazzamenti una volta luoghi di lavoro dei “cavatori” di pietra leccese. Uno scrigno  prezioso con antichi piccoli orti e giardini, orlati di muri a secco a lungo dimenticati. Uno spazio che racconta storie e conserva memorie: le si può scoprire seguendo orme e tracce lungo i sentieri tra la natura, quando tra le rocce e le ripide pareti appaiono casupole per ripararsi e conservare attrezzi di lavoro. 

 

E così oggi si può attraversare la storia della dorata pietra leccese e degli uomini che con fatica e perizia hanno fatto di Lecce la città del Barocco, in un percorso affascinante tra le piante, gli imponenti alberi, i frutti a memoria dei rigogliosi orti del passato e i fiori portati dal vento.

 

Attualmente di proprietà privata, la cava è affidata al WWF Salento che vorrebbe restituirla alla città rendendola sicura e fruibile, centro di attività didattiche, scientifiche e culturali.

AVVERTENZA IMPORTANTE PER LA FRUIZIONE

I percorsi all’interno della Foresta Urbana sono consentiti solo se accompagnati da una guida dell’Associazione ed è rigorosamente vietato abbandonare il gruppo durante le visite e inoltrarsi da soli nella vegetazione.

I percorsi, resi fruibili e manutenuti dai volontari dell’Associazione, sono comunque irregolari e che la scala di accesso presenta irregolarità che impediscono di usufruirne, per il momento, a persone che non abbiano piene capacità motorie. Pertanto è necessario scendere con prudenza e molta cautela.

La visita pertanto è riservata solo a chi si impegna ad assumere un comportamento prudente per sé e per gli altri nonché rispettoso del luogo in cui ci si trova.

Eventi e news

La foresta racconta... "Un giorno come un altro"

PER LA RASSEGNA "𝑳𝒂 𝑭𝒐𝒓𝒆𝒔𝒕𝒂 𝒓𝒂𝒄𝒄𝒐𝒏𝒕𝒂" UN’ESPERIENZA SURREALE ED ESILARANTE CON “𝐔𝐍 𝐆𝐈𝐎𝐑𝐍𝐎 𝐂𝐎𝐌𝐄 𝐔𝐍 𝐀𝐋𝐓𝐑𝐎” CON  L’ATTORE 𝑺𝒊𝒎

­